Deliberazioni CIP nn. 3 e 4 del 14 dicembre 2017: direttive "derivazioni" e "deflussi ecologici"

Deliberazioni per il Deflusso Ecologico e la Valutazione Ambientale delle Derivazioni Idriche - Programma delle misure del PGDAC.2

Si  rende  noto  che,  in  attuazione  di  quanto  previsto  dalla  Direttiva 2000/60/CE del Parlamento europeo e del Consiglio, del 23 ottobre 2000, che istituisce un quadro per l'azione comunitaria in materia di acque, ai  sensi  degli  artt. 63, 65 e 66 del d. lgs. 3 aprile 2006, n. 152 e dell'art. 12, commi 6 e 7 del DM n. 294 del  25  ottobre  2016, nonché in  ottemperanza  ai  decreti   del Direttore Generale per  la  Salvaguardia  del  Territorio  e  delle  Acque  del Ministero dell'Ambiente e della Tutela del Territorio e del  Mare  n. 29/STA del 13 febbraio 2017 (come modificato con successivo decreto n. 293/STA del 25 maggio 2017) e n. 30/STA  del  13  febbraio  2017, la Conferenza  Istituzionale   Permanente   dell'Autorità  di   bacino distrettuale  dell'Appennino Centrale,  nella  seduta  del  14 dicembre 2017, ha adottato le seguenti deliberazioni: 
     -  deliberazione n. 3,  recante  Adozione della  Direttiva  per  la  valutazione  ambientale  ex  ante   delle derivazioni  idriche  in  relazione  agli   obiettivi   di   qualità ambientale definiti dal Piano di gestione del  distretto  idrografico dell'Appennino Centrale (Direttiva derivazioni); 
      - deliberazione n. 4,  recante  Adozione della Direttiva per  la  determinazione  dei  deflussi ecologici  a sostegno del mantenimento/raggiungimento degli  obiettivi  ambientali fissati   dal Piano   di   gestione   del   distretto   idrografico dell'Appennino Centrale (Direttiva deflussi ecologici),
per fornire indirizzi alle Autorità concedenti in merito all’applicazione delle disposizioni di cui al comma 1, lettera a) dell’art. 12 bis del R.D. 11 dicembre 1933, n. 1775 mediante adeguamento degli approcci metodologici da utilizzare per l’effettuazione delle valutazioni ambientali ex ante delle derivazioni idriche nonché, di concerto con le Regioni, di pervenire alla definizione dei deflussi ecologici funzionali al mantenimento/raggiungimento degli obiettivi di qualità ambientale assunti nel Piano di Gestione del Distretto idrografico dell’Appennino Centrale.
    Le disposizioni contenute nelle citate deliberazioni integrano il Programma delle Misure di cui al Primo aggiornamento del  Piano di Gestione del Distretto idrografico dell’Appennino Centrale (PGDAC.2), approvato con DPCM 27 ottobre 2016 (pubblicato nella GURI n. 25 del 31 gennaio 2017) e, concorrendo all'attuazione della  Direttiva 2000/60/CE  al raggiungimento  e/o mantenimento degli obiettivi ambientali dei Piani di  gestione delle acque   afferenti   al distretto idrografico  dell'Appennino Centrale,  sono  immediatamente vincolanti   nel   distretto idrografico dell'Appennino Centrale ai sensi dell'art. 65, commi 7 e 8 del d. lgs. n. 152/2006.

 

Deliberazione n. 3 - Adozione della “Direttiva per la valutazione ambientale ex ante delle derivazioni idriche in relazione agli obiettivi di qualità ambientale definiti dal Piano di Gestione del distretto idrografico dell'Appennino Centrale ”

Allegato alla deliberazione n. 3

 

Delibera n. 4 - Adozione della “Direttiva per la determinazione dei deflussi ecologici a sostegno del mantenimento/raggiungimento degli obiettivi ambientali fissati dal Piano di gestione del distretto idrografico dell'Appennino Centrale”

Allegato alla deliberazione n. 4

Data di ultima modifica: 13/11/2018
Data di pubblicazione: 11/05/2018