È efficace l'aggiornamento del Piano di bacino del fiume Tevere

Con la pubblicazione in Gazzetta Ufficale del V stralcio funzionale per il tratto metropolitano di Roma da Castel Giubileo alla foce si compie un ulteriore passo per la tutela e la disciplina delle acque

L'aggiornamento del Piano di bacino del fiume Tevere “PS5 – Piano di Bacino stralcio per l’area metropolitana romana”, che comprende Roma Capitale e parte dei territori di altri 38 Comuni  dell’interland su una superficie di 1724 Kmq, è stato approvato con DPCM del 19 giugno 2019 e pubblicato nella Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.194 del 20 agosto 2019. L'aggiornamento arriva dopo circa 16 anni dalla prima adozione e due Varianti.
Il Piano disciplina e tutela gli aspetti idrogeologici e ambientali dell’area vasta  con l’obiettivo di salvaguardare il sistema delle acque superficiali-sotterranee e valorizzare i Corridoi fluviali  (Tevere, Aniene) e 14 Corridoi ambientali del reticolo secondario,  introducendo per la prima volta nella Regione il concetto di invarianza idraulica: ogni nuova trasformazione dello stato del suolo non deve costituire un aggravio di portata del reticolo idrografico.
Il PS5 rappresenta un importante strumento di pianificazione sovraordinata al quale si devono conformare i Piani urbanistici dei Comuni interessati.


Link Gazzetta Ufficiale Serie Generale n.194 del 20-08-2019

Autorità di bacino distrettuale dell'Appennino centrale
Ufficio Stampa
0649249248

Data di ultima modifica: 05/09/2019
Data di pubblicazione: 05/09/2019